Cookie Consent by Free Privacy Policy Generator
jeudi, 01 septembre 2016 00:00

Gerardo di Santo Stefano Re

Nacque nel villaggio di Đurđin a Bač dai genitori Jose Stantić e Đula (Julije) Jagić. Entra nel Carmelo a Graz il 9 settembre 1896, emise i voti solenni il 11 settembre 1897, fu ordinato sacerdote nel 1902.

Fu il primo croato, cioè l'unico che sapesse parlare croato tra i sacerdoti del monastero carmelitano di Sombor, appena fondato (1904), che allora apparteneva alla provincia carmelitana ungherese.

Nella sua opera, padre Gerard Tomo Stantić è stato esemplare e zelante verso i membri di tutte le nazioni, sia i suoi croati, ungheresi e tedeschi. Come sacerdote, si dimostrò esemplare nel suo lavoro, nella confessione e nella cura dei malati. Progettò di portare i Carmelitani in Croazia e l'arcivescovo Alojzije Stepinac aiutò a realizzare il suo piano. I progetti furono interrotti dalla seconda guerra mondiale, e la realizzazione definitiva del suo progetto avvenne solo dopo la sua morte, nel 1959, quando i Carmelitani giunsero a Zagabria ( Remete ), dove fondarono un monastero nel 1960, e successivamente a Spalato e nell'isola di Krk .

Morì il 24 giugno 1956. Le sue spoglie riposano nella chiesa del monastero dei Carmelitani di Sombor.

L'inchiesta diocesana sulla "vita, virtù e fama di santità" si è chiusa il 21 settembre 2003. Il 30 novembre 2006 è stato concesso il decreto di validità.

Lu 6724 fois Dernière modification le lundi, 31 juillet 2023 23:55

Laissez un commentaire

Assurez-vous d'entrer toutes les informations requises, indiquées par un astérisque (*). Le code HTML n'est pas autorisé.

* J'ai lu et accepte lePolitique de confidentialité.