Pubblicato in Servi di Dio
Letto 172 volte

Nacque a Oaxaca il 12 agosto 1886. Iniziò i suoi studi ecclesiastici a Guanajuato e successivamente si trasferì a Roma dove riuscì a conseguire la laurea in filosofia e un dottorato in teologia presso la Pontificia Università Gregoriana. Lì fu ordinato presbitero il 19 aprile 1909.

Tornato in Messico, si stabilì nella città di Aguascalientes, dove era pastore e docente al seminario. Nel 1914 fu esiliato negli Stati Uniti, ma ritornò nel 1916 per continuare la sua attività pastorale. Nello stesso anno fondò la società degli assistenti parrocchiali. Papa Benedetto XV lo nominò 14 ° vescovo di Sonora il 24 gennaio 1919, ricevendo la consacrazione episcopale l'8 giugno dello stesso anno. Al fine di far fronte alle varie sfide che dovette affrontare per l'evangelizzazione della sua vasta diocesi, Mons. Navarrete y Guerrero divenne un vescovo missionario, promuovendo personalmente e svolgendo un numero infinito di iniziative pastorali, di formazione e di assistenza. Per meglio interagire con le popolazioni indigene, soprattutto Yaquis, si dedicò allo studio e all’apprendimento della loro lingua. Nel 1921 aprì la scuola Apostolica di San Francisco Javier a Magdalena.

Venne poi bandito dal 1926 al 1929 e subì anche una persecuzione dal 1932 al 1937. Quando la diocesi di Sonora entrò a far parte di quella di Hermosillo nel 1959 Mons. Navarrete y Guerrero ne divenne il primo vescovo. Partecipò al Concilio Vaticano II (1962-1965).

Nel 1963 con la costituzione della provincia ecclesiastica di Hermosillo, la diocesi venne elevata ad arcidiocesi, diventandone lui stesso primo arcivescovo.

Dopo quasi mezzo secolo di fruttuoso servizio episcopale, durante il quale ordinò 112 sacerdoti, restaurò centinaia di chiese, fondò 52 scuole primarie e secondarie e due scuole normali, diede il via alla costruzione di 26 ospedali, due case di cura, sei scuole per i bambini senza casa, due centri TB, una colonia di lebbrosi, centri sociali, cooperative, mutuali, ecc., l’11 agosto 1968 diede le sue dimissioni dal governo pastorale dell'arcidiocesi.

Fu convocato alla presenza del Padre il 21 febbraio 1982.

L'inchiesta diocesana sulla "vita, virtù e fama di santità" si è chiusa il 23 aprile 2012. Il decreto di validità è stato concesso il 7 febbraio 2014.

Ultima modifica il Mercoledì, 26 Settembre 2018 14:17

Lascia un commento

Assicurati di compilare tutti i campi obbligatori (*)

L'utilizzo dei cookie concorre al buon funzionamento di questo sito e favorisce il miglioramento dei servizi offerti all'utente. L'accesso ai contenuti del sito e l'utilizzo dei servizi implica accettazione dell'utilizzo dei cookie.